Progetto Shidess

E’ un progetto finanziato dalla Commissione Europea (DGXIII – Telematica). L’obiettivo è la definizione e il design di un Sistema di Supporto Decisionale per supportare utenti di bordo e di terra nelle loro decisioni, con lo scopo di:

  • ridurre i costi operativi e di logistica nel trasporto marittimo,
  • accrescere i livelli di efficienza e sicurezza della nave,
  • incrementare la protezione ambientale.

Il sistema acquisisce informazioni da sensori ed equipaggiamenti di bordo, le integra, le mette in relazione tra loro e le mostra in modo ergonomico agli utenti per fornire loro una sintetica e comprensiva fotografia della situazione presente e della sua prevista evoluzione futura.
I dati acquisiti includono informazioni ambientali ed operative, oltre a quelle relative all’efficienza dell’equipaggiamento principale (motori, generatore di energia elettrica, equipaggiamento antincendio, usura dello scafo, situazione del carico).
Il “cuore” dell’insieme delle applicazioni SHIDESS fornisce strumenti di supporto alle seguenti attività:

  • Gestione delle attività di logistica, adottando un approccio di manutenzione preventiva.
  • Monitoraggio totale del livello di efficienza della nave, confrontando valori indicatori delle prestazioni misurati e previsti.
  • Valutazione e gestione dei rischi, implementando modelli di sicurezza che usano la tecnologia degli alberi di rischio/evento.

Caratteristiche

L’obiettivo di SHIDESS è la definizione e il design di un Sistema di Supporto Decisionale per supportare utenti di bordo e di terra nelle loro decisioni con lo scopo di:

  • ridurre i costi operativi e di logistica nel trasporto marittimo;
  • accrescere i livelli di efficienza e sicurezza della nave;
  • incrementare la protezione ambientale

SHIDESS è di supporto a quegli utenti responsabili per il raggiungimento degli obiettivi stabiliti.

  • utenti di bordo (comandante, primo ufficiale, capo ingegnere) saranno responsabili al raggiungimento degli obiettivi a bordo della nave;
  • informazioni filtrate (”rapporti”) saranno registrate ed inviate agli utenti di terra (proprietari, uffici tecnici e marittimi) per l’analisi “quasi in tempo reale” o “a posteriori”. Analizzando le informazioni, gli utenti di terra effettueranno un monitoraggio ed un controllo sul raggiungimento degli obiettivi per ogni nave e forniranno agli utenti di bordo un supporto su specifici problemi, prendendo in considerazione le richieste di chi si trova a largo e le costrizioni ed opportunità esistenti a livello di flotta. Gli utenti di terra saranno responsabili anche delle relazioni con le organizzazioni esterne (società di classificazione, compagnie di assicurazione, autorità portuali, organizzazioni responsabili per la protezione ambientale) e responsabili (o interessate) nella verifica, attraverso controlli ed ispezioni, della conformità con le esistenti leggi e normative.

Il Demonstrator

Il Demonstrator SHIDESS riproduce gli elementi essenziali della configurazione finale, includendo l’acquisizione dell’informazione attraverso le interfacce di I/O e la connessione via modem al centro di terra.
Il Demonstrator è stato connesso ad un simulatore di imbarcazione, che fornisce i dati in entrata nel formato generalmente utilizzato dai sensori e dell’equipaggiamento di bordo.
Il simulatore è in grado di riprodurre guasti e malfunzionamenti dell’equipaggiamento per testare a pieno gli strumenti di supporto decisionale.

L’obiettivo finale

Nella sua configurazione finale, il server SHIDESS funziona attraverso un’acquisizione diretta delle informazioni per mezzo di sensori (usando unità di interfaccia specializzate), o interfacciando sottosistemi funzionali esterni (sistemi di automazione e controllo per gli equipaggiamenti di bordo principali).
I sottosistemi esterni possono essere direttamente interfacciati o connessi attraverso un bus standard per dati con guasti ridondanti.
Gli utenti di bordo hanno accesso a SHIDESS per mezzo di workstation (PC), connesse tra loro da una LAN, e potranno usare le facilitazioni di supporto decisionale del sistema per controlli sulla sicurezza e sull’efficienza.
I dati filtrati registrati a bordo (rapporti) sono inviati a terra ed integrati nel sistema di informazione dell’Operatore/Proprietario. Questo permette l’uso dei comuni strumenti di automazione presenti negli uffici per l’analisi delle informazioni e la preparazione dei rapporti. Strumenti specifici permettono di monitorare la situazione della flotta e supportare gli utenti di bordo. Per la trasmissione dei dati possono essere usate le comunicazioni satellitari (ad esempio INMARSAT) o i sistemi di telefonia cellulare (per esempio GSM).